skip to Main Content

Benvenuti

HGT S.r.l. nasce nel Giugno 2012 come azienda di consulenza e progettazione tecnica.

Formata da uno staff di esperienza decennale nel campo che partecipa attivamente al Comitato Tecnico del CEI (Comitato Elettrotecnico Italiano), HGT decide, quindi, di espandersi nella progettazione di impianti di sicurezza (TVCC) e antintrusione per soddisfare al meglio la crescente richiesta di mercato.

Contattaci 

Email: info@hgtitalia.com
Phone: +39 02.9620086
Address: Caronno Pertusella (VA)

Dove siamo

(+39) 02.9620086 info@hgtitalia.com

Cavi prese e connettori

Tipi di connettori per veicoli elettrici

Attualmente le principali ricariche per Veicoli Elettrici sono: rapida, veloce e lenta; fondamentalmente rappresentano la potenza di uscita, ossia la velocità di ricarica, disponibile per caricare un veicolo elettrico.
A ciascun tipo di caricatore è associato un set di connettori progettati per un utilizzo a bassa o a alta potenza e per la ricarica CA o CC. Le seguenti sezioni offrono una descrizione dettagliata dei tre principali tipi di punti di ricarica e dei diversi connettori disponibili.

Ricarica rapida

La ricarica rapida è il modo più veloce per caricare un veicolo elettrico presente prevalentemente nelle località vicine alle arterie di comunicazione importanti. Le stazioni di ricarica rapida forniscono corrente continua o alternata ad alta potenza per ricaricare un’auto il più velocemente possibile.
Dipende dal modello, i veicoli elettrici possono essere ricaricati all’80% in appena 20 minuti, sebbene l’automobile ridurrà la velocità di ricarica man mano che la batteria si avvicinerà alla carica completa. Perciò, i tempi sono indicati per una carica all’80%; in seguito la velocità di carica si riduce notevolmente. Questa modalità serve a massimizzare l’efficienza di ricarica e aiuta a proteggere la batteria.

I caricabatterie rapidi a corrente continua forniscono potenza a 50 kW (125A) e utilizzano gli standard di ricarica CHAdeMO o CCS. Questi sono attualmente il tipo più comune di punti di ricarica rapida per veicoli elettrici. Entrambi i connettori in genere caricano un veicolo elettrico all’80% da 20 minuti a circa un’ora a seconda della capacità della batteria e dello stato di carica iniziale.
L’ultra-rapidi in corrente continua forniscono potenza a 100 kW o più. Si tratta del punto di ricarica rapida di nuova generazione in grado di mantenere bassi i tempi di ricarica nonostante la capacità della batteria aumenti nei nuovi veicoli elettrici.

Per quei veicoli elettrici in grado di accettare 100 kW o più, i tempi di ricarica sono ridotti a 20-40 minuti per una carica tipica, anche per i modelli con una grande capacità della batteria. Anche se un Veicolo Elettrico è in grado di accettare solo un massimo di 50 kW DC, può comunque utilizzare punti di ricarica ultra-rapidi, poiché la potenza
sarà limitata alla capacità del veicolo. Come per i dispositivi rapidi da 50 kW, i cavi sono collegati all’unità e forniscono la ricarica tramite connettori CCS o CHAdeMO.

I caricabatterie rapidi in corrente alternata forniscono potenza a 43 kW (trifase, 63A) e utilizzano lo standard di ricarica di tipo 2. Le unità corrente alternata rapide sono in genere in grado di caricare un Veicolo Elettrico all’80% in 20-40 minuti a seconda della capacità della batteria del modello e dello stato di carica iniziale.

Ricarica veloce

I caricabatterie veloci hanno generalmente una potenza nominale di 7 kW o 22 kW (monofase o trifase 32A). La stragrande maggioranza dei caricabatterie veloci fornisce la ricarica corrente alternata, sebbene alcune reti installino caricabatterie a corrente continua da 25 kW con connettori CCS o CHAdeMO.

I tempi di ricarica variano in base alla velocità della stazione e al veicolo, ma un caricabatterie da 7 kW ricaricherà un veicolo elettrico compatibile con una batteria da 40 kWh in 4-6 ore e un caricabatterie da 22 kW in 1-2 ore. I caricabatterie veloci generalmente si trovano nei parcheggi, supermercati o centri ricreativi, dove è probabile che l’auto elettrica sia parcheggiata per più di un’ora.

Se un cavo è collegato al dispositivo di ricarica, solo i modelli compatibili con quel tipo di connettore saranno in grado di utilizzarlo; ad esempio, un cavo legato di tipo 1 può ricaricare un veicolo elettrico con ingresso di tipo 1 e non un veicolo che ha un ingresso di tipo 2. Le stazioni di ricarica senza nessun cavo sono quindi più flessibili e possono essere utilizzate da qualsiasi veicolo elettrico con il cavo.

Le tariffe di ricarica quando si utilizzerà un caricabatterie rapido dipenderanno dal caricabatterie di bordo dell’auto: non tutti i modelli sono in grado di accettare 7 kW o più. Questi modelli possono essere collegati al punto di ricarica rapido, ma assorbiranno solo la massima potenza accettata dal caricatore di bordo. Ad esempio, un veicolo elettrico con un caricabatterie di bordo da 3,3 kW assorbirà un massimo di 3,3 kW, anche se il punto di ricarica rapida è 7 kW o 22 kW

Ricarica lenta

La maggior parte delle unità di ricarica lenta sono classificate fino a 3 kW, una cifra arrotondata che cattura la maggior parte dei dispositivi a ricarica lenta. In realtà, la ricarica lenta viene eseguita tra 2,3 kW e 6 kW, anche se i caricabatterie lenti più comuni hanno una potenza nominale di 3,6 kW (16A). La ricarica su una spina a tre pin in genere vedrà l’assorbimento della macchina di 2,3 kW (10A), mentre la maggior parte dei caricabatterie per lampione ha una potenza nominale di 5,5 kW a causa dell’infrastruttura esistente, alcuni invece sono 3 kW.

I tempi di ricarica variano in base all’unità di ricarica e all’EV in carica, ma una ricarica completa su un’unità da 3 kW richiede in genere 6-12 ore. La maggior parte delle unità di ricarica lenta sono libere, pertanto è necessario un cavo per collegare l’EV con il punto di ricarica. La ricarica lenta è un metodo molto comune di ricarica dei veicoli elettrici, utilizzato da molti proprietari per ricaricare a casa durante la notte. Tuttavia, le unità lente non sono necessariamente limitate all’uso domestico, con la possibilità di trovarle anche punti di lavoro e pubblici. A causa dei tempi di ricarica più lunghi rispetto alle unità veloci, i punti di ricarica pubblica lenti sono meno comuni e tendono ad essere dispositivi obsoleti.

Mentre la ricarica lenta può essere eseguita tramite una presa a tre pin utilizzando una presa standard a 3 pin, a causa delle maggiori richieste di corrente dei veicoli elettrici e del tempo più lungo impiegato per la ricarica, si consiglia vivamente a coloro che devono caricare regolarmente a casa o sul posto di lavoro ottenere un’unità di ricarica EV dedicata installata da un installatore accreditato.

Conclusioni

La scelta dei connettori dipende dal tipo di caricabatterie e dalla porta di ingresso del veicolo. Sul lato caricabatterie, i punti di ricarica rapidi utilizzano connettori CHAdeMO, CCS (Combined Charging Standard) o Tipo 2. I caricabatteria veloci e lente di solito usano prese di tipo 2, Tipo 1, Presa a 3 pin.

Sul lato del veicolo, i modelli EV europei tendono ad avere ingressi di tipo 2 e il corrispondente standard rapido CCS, mentre i produttori asiatici preferiscono un ingresso di tipo 1 e CHAdeMO in combinazione, anche se con un numero crescente di produttori asiatici che passano agli standard europei per le auto vendute nella continente europeo si sta passando ad uno standard di ingressi di tipo 2 e CCS di tipo 2.

La maggior parte dei veicoli elettrici sono forniti con due cavi per la ricarica CA lenta e veloce; uno con una spina a tre pin e l’altro con un connettore di tipo 2 entrambi dotati di un connettore compatibile per la porta di ingresso dell’auto. Questi cavi consentono a un veicolo elettrico di collegarsi alla maggior parte dei punti di carica senza cavo, mentre l’uso di unità con cavo richiede l’uso del cavo con il tipo di connettore adatto per il veicolo.

Fonti:
MAGNUM CAP
zap-map.com/

Questo articolo ha 0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back To Top
Supportoscreen tag